Venerdì 26 maggio: il giorno dell’innovazione

Ecco le 10 startup finaliste: vieni a votare la tua preferita
10 maggio 2017
Sabato 27 maggio: Treviso punta sull’intelligenza
11 maggio 2017

Venerdì 26 maggio: il giorno dell’innovazione

Un progetto di vita per costruire il proprio futuro, nuove energie per un’impresa sostenibile, la sfida delle periferie alle metropoli. E, in conclusione, la proclamazione della vincitrice del concorso «Startup Trevigiana dell’anno». Quella di venerdì 26 maggio all’auditorium Sant’Artemio di Treviso è la giornata centrale dell’intero programma dei «Treviso Innovation Days». Più di nove ore, dalle 10 alle 19.30, ricche di incontri, workshop e confronti tra i protagonisti del territorio in tema di impresa, lavoro e innovazione, da Alberto Baban a Marco Bicocchi Pichi e Patrizio Bof. (Ingresso libero, iscriviti qui)

Dagli studenti alle periferie

Si parte al mattino con «Innovation Day for students, un progetto di vita per costruire il proprio futuro da protagonisti. Volti e strumenti per fare la scelta giusta al momento giusto» incontro a cui prenderanno parte, tra gli altri, Davide Baù, vicepresidente Gruppo Giovani Confindustria Veneto e startupper , e Piero Garbellotto, presidente Imoco Volley.

Dalle 11.30 sarà la volta di «Nuove energie per un’impresa sostenibile: scelte di campo (e di mercato). Moderati da Domenico Lanzilotta, direttore di Veneto Economia, ne parleranno Renzo Taffarello, esperto di internazionalizzazione e innovazione d’impresa, Mariano Roman, amministratore delegato Fantic, Furio Barzon, Founder & CEO, Green Prefab – Democratising Building, Alessandro Fossato, Interlogica.

Dalle 13.00 «Progetto di Vita Gym», un workshop sull’Open Innovation dedicato a trenta studenti o specialisti di marketing e software/web development realizzato da «Progetto di Vita. Cattolica per i giovani» insieme a Sap Italia. Dalle 14.30 altri due workshop: «Come finanziare una startup» e «Aprire un’impresa in quattro mosse».

A partire dalle 16.30 l’incontro «Innovare per competere: la sfida delle periferie alle metropoli». Moderati da Katy Mandurino de Il Sole 24 ore ne discuteranno Alberto Baban, presidente VeNetWork e vicepresidente Confindustria, Marco Bicocchi Pichi, presidente Italia Startup, Giulio Buciuni, docente International Business Trinity College, Giancarlo Corò, direttore Centro interdipartimentale SELISI Ca’ Foscari, Paul Ryan, professore International Business Trinity College.

Le magnifiche dieci

Nel corso della giornata la giuria tecnica dei Treviso Innovation Days, costituita da imprenditori, accademici ed esperti di innovazione selezionerà le tre finaliste che si confronteranno con la giuria al completo, la sera stessa, in una pitch session. Al termine la giuria assegnerà il premio Startup Trevigiana dell’Anno: 2.500 euro messi a disposizione dall’associazione Alumni dell’Università Ca’ Foscari e per i primi tre classificati finanziamenti a tasso agevolato messi a disposizione da Banca della Marca. Tra le dieci semifinaliste verrà assegnato anche il premio Speciale Ascotrade «Energia per il futuro». A discrezione della giuria, potranno poi essere istituiti altri premi a startup particolarmente meritevoli.

«Non è stato facile scegliere le 10 startup finaliste perché la qualità dei progetti pervenuti era molto alta – commenta Luca Barbieri, direttore scientifico dei Treviso Innovation Days -. Tra biomedicale, stampa additiva, piattaforme online, veicoli autonomi e internet degli oggetti, le startup finaliste del Premio Startup Trevigiana dell’Anno, coprono tutti i settori dell’innovazione e testimoniano la grande vivacità dei giovani della Marca».