PiGrecoT, una guida pratica per leggere il futuro

A Treviso la marca da bollo si paga online
26 aprile 2017
Treviso Innovation Days, le interviste: Luca Barbieri
1 maggio 2017

PiGrecoT, una guida pratica per leggere il futuro

«Be Brave: ne vale la pena?» Si terrà martedì 16 maggio dalle ore 16 alle ore 18 nella sede del Campus di Treviso dell’Università Ca’ Foscari (Riviera Santa Margherita, 76 Treviso) il prossimo evento di PiGrecoT, organizzato nell’ambito del ContaminACTION TOUR dei Treviso Innovation Days. Sono tre le parole chiave al centro di questa occasione: giovani, coraggio e futuro. Si parlerà infatti di come ridare fiducia a chi si sta impegnando nell’università e di quali strumenti utilizzare per aiutare i giovani a leggere ed interpretare i segnali che arrivano dal futuro.

PiGrecoT: The Entrepreneur Club nasce nel 2014 dall’iniziativa di quattro studenti del campus di Treviso con l’intenzione di creare un ponte tra l’università e le aziende del territorio. Il focus di tutte le attività dell’associazione – che ad oggi conta circa 200 soci – è l’imprenditorialità in tutte le sue forme. Dalla giovane startup innovativa alla grande azienda multinazionale, gli studenti hanno la possibilità di vedere da vicino cosa comporta il mestiere dell’imprenditore e quali sono gli elementi che contraddistinguono l’impresa moderna. Negli ultimi due anni l’associazione è cresciuta sia in termini di iscritti sia nella mole di eventi e nel livello dei partner. Oltre all’università sono stati organizzati e co-organizzati eventi in collaborazione con diverse aziende tra cui Came, H-Farm, Google I/O.

L’associazione nasce con tre obiettivi principali: innanzitutto colmare il gap tra università e mondo del lavoro attraverso iniziative mirate da un lato a dare nuovi strumenti, dall’altro ad aiutare gli studenti nel presentarsi alle aziende; il secondo obiettivo è consentire agli studenti di imparare sul campo, attraverso workshop, conferenze e visite aziendali, che si sommano all’impegno profuso nell’instaurare partnership solide; infine, l’associazione vuole creare opportunità di collaborazione e network tra studenti e professionisti.

Dai giovani per i giovani

«L’associazione è nata, cresciuta ed è sempre stata gestita da studenti che continuano ad essere il primissimo target delle iniziative che vengono attivate» sottolinea Marco Mazzariol, responsabile. Per la riuscita delle attività associative, grande importanza è stata rivestita dal campus di Treviso. «In particolare alcuni professori si sono a lungo prodigati per procurarci spazi, contatti e sostegno di ogni tipo» continua Mazzariol. Il successo riscosso e l’iniziativa di alcuni studenti padovani ha fatto sì che l’associazione aprisse una seconda sede all’Università di Padova. Uno dei capisaldi di PiGrecoT è far vivere allo studente un’esperienza didattica nuova, basata sia sul concetto di learning by doing che sull’idea che quanto appreso all’università debba essere approfondito e integrato attraverso strumenti impiegati dalle grandi aziende innovative (come design thinking, lean startup ecc.). Questa particolare attenzione all’innovazione fa sì che l’associazione sia sempre particolarmente focalizzata sulle novità e le iniziative legate al territorio.

I nomi degli ospiti dell’evento «Be Brave: ne vale la pena?» saranno rivelati sulla pagina Facebook di PiGrecoT. Al termine dell’evento ci sarà un aperitivo di networking aperto a tutti i partecipanti. L’ingresso è gratuito, i biglietti disponibili su eventbrite.it. A tutti i partecipanti iscritti all’incontro sarà riservato un posto nella giornata del 26 maggio inserita nell’ambito dei Treviso Innovation days 2017. Maggiori informazioni sono disponibili qui.