Robot made in Treviso premiati dal Cnr

Il «Financial Times» sceglie le chiavette Usb della Marca
12 aprile 2017
Industria 4.0, nasce la app che parla con il vigneto
18 aprile 2017

Robot made in Treviso premiati dal Cnr

I robot ergonomici made in Treviso vincono il Premio Innovazione Robotica al Mecspe di Parma, la fiera punto di riferimento per l’industria manifatturiera che dal 22 al 24 marzo 2017 ha dato ampio spazio ai dispositivi robotizzati e all’Industria 4.0. Il premio, giunto alla seconda edizione, è assegnato da Itia Cnr, l’Istituto di Tecnologie Industriali e Automazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Smart Manufactoring Manager: questo il nome dell’innovazione premiata a Parma, frutto del lavoro congiunto di Sogea, azienda Ict di Treviso, e di Bnp di Cittadella, che realizza soluzioni ergonomiche per l’automazione. Il sistema è stato installato alla Anodica Trevigiana di Cimavilla di Codognè, azienda manifatturiera attiva nel codesign e nella fornitura di componenti estetici per l’industria degli elettrodomestici e dell’auto.

Ma che cos’è Smart Manufactoring Manager? Un sistema integrato che crea condizioni di lavoro ergonomiche per gli operatori di Anodica Trevigiana, valorizzando l’interazione fra uomo e macchina. Tutto ciò grazie ai software elaborati da Sogea e alle soluzioni ergonomiche progettate da Bnp per le nuove postazioni di lavoro. Un modello che si adatta bene anche alle aziende di medio-piccola dimensione.

«Puntiamo ad elaborare un processo fluido e ‘lean’ – spiega Claudio Stecca, amministratore delegato di Sogea – che sfrutti al meglio i vantaggi della digitalizzazione e della robotica per dare valore al contributo insostituibile del collaboratore». Carlo Pettenon, amministratore delegato di Bnp, sottolinea la «possibilità di personalizzare il piano di lavoro di ciascun operatore, per altezza, luminosità, fornitura di utensili, minuteria. Basta strisciare il proprio badge e la postazione si organizza da sola. Anche l’interfaccia touch screen è di immediata comprensione e consente di formare rapidamente ogni collaboratore alle nuove modalità di lavoro».

«Con Smart Manufactoring Manager – dichiara Giorgio Zanchetta, presidente di Anodica Trevigiana – abbiamo potuto ridurre il numero di postazioni, abbassare ulteriormente la difettosità, certificare il processo e offrire un posto di lavoro attento alla salute ed alla sicurezza, ed un’interfaccia unificata e di semplice comprensione ai nostri operatori, con l’effetto di ridurre il tacktime (il tempo tra l’entrata in produzione di un pezzo e quello del pezzo successivo, ndr) in maniera significativa».